Questo sito contribuisce alla audience di

Albano Laziale

Guarda l'indice

comune in provincia di Roma (25 km), 378 m s.m., 23,80 km², 33.692 ab. (albanesi), patrono: san Pancrazio (12 maggio).

Cittadina dei Colli Albani; vicina all'omonimo lago, è una delle località più importanti dei “castelli”. È sede vescovile.

Generalità

Storia

Trasse il nome dall'accampamento (Castra Albana) fatto costruire da Settimio Severo attorno alla villa di Domiziano presso Albalonga, per trasferirvi la II legione partica. Sede vescovile fin dal sec. V, fu feudo dei Savelli dal sec. X; subì devastazioni durante le lotte fra l'antipapa Clemente III, che vi si era rifugiato, e il pontefice Pasquale II. Dopo aver subito altre distruzioni in età comunale, fu riconfermata ai Savelli da Onorio IV (1285). Nel 1697 fu acquistata dalla Camera Apostolica.

Arte

Il nucleo originale presenta una pianta triangolare con base sulla via Appia, a cui si è aggiunta l'espansione risalente ai sec. XVII-XVIII. Dell'epoca romana, ampiamente documentata in scavi e nel Museo Civico di villa Ferrajoli, sono notevoli i resti della villa di Domiziano, dell'anfiteatro e dell'accampamento di Settimio Severo, con tratti di mura, torri, due grandiose porte d'accesso e strade basolate. Ben conservato è il Cisternone, enorme serbatoio sotterraneo d'acqua dei Castra Albana. Interessanti i resti di un sepolcro di età repubblicana, detto “degli Orazi e Curiazi”, delle terme di Cellomaio e delle catacombe di San Senatore. Resti di un edificio termale sono inglobati nella chiesa di San Pietro (sec. VI), mentre dal ninfeo di una villa romana è stata ricavata Santa Maria della Rotonda, a pianta circolare, con campanile duecentesco. Di antichissima origine è la cattedrale, sorta su una basilica del sec. IV.

Economia

Il centro è caratterizzato da un'economia mista ed è sede di importanti servizi amministrativi dell'area meridionale di Roma. In agricoltura prevale la coltivazione di frutta, legumi, ortaggi e uva (vino “dei Castelli”). L'industria opera nei settori meccanico e dell'abbigliamento; l'artigianato è attivo nei settori della ceramica, dell'oreficeria, del ferro battuto e del legno. Le notevoli strutture alberghiere, ricreative e sportive favoriscono il turismo e il soggiorno estivo.

Media


Non sono presenti media correlati