Questo sito contribuisce alla audience di

Alessandro VIII

(al secolo Piero Ottoboni) papa (Venezia 1610-Roma 1691). Della nobile famiglia veneziana degli Ottoboni, ascese al pontificato nel 1689. Ottenne da Luigi XIV la restituzione di Avignone e del contado Venassino (che il re di Francia aveva tolto al papato sotto Alessandro VII). Condannò quindi le libertà della Chiesa gallicana (gallicanesimo) e il giansenismo (1690), eresse i vescovati di Pechino e di Nanchino, beatificò Pasquale Baylón, Giovanni di Dio, Giovanni da Capistrano e Lorenzo Giustiniani. Pose inoltre ogni cura nell'allontanare da Roma la peste e la fame e accrebbe il patrimonio della Biblioteca Vaticana. Nocque alla sua fama una pronunciata tendenza al nepotismo.

Media


Non sono presenti media correlati