Questo sito contribuisce alla audience di

Amboise

cittadina (11.457 ab., 1999) della Francia centroccidentale, nel dipartimento di Indre-et-Loire, 22 km a E del capoluogo Tours, sulla Loira. Situata in una zona pianeggiante coltivata a cereali, è sede di industrie; sviluppato il turismo. Citata fin dal sec. VI, vanta pregevoli edifici medievali e rinascimentali tra cui il celebre castello (sec. XV) in cui operò e morì Leonardo da Vinci. A S della città si estende su 4180 ha, tra le valli della Loira e del Cher, la foresta omonima. § Il castello, armoniosa sintesi di forme gotiche e rinascimentali, dalla metà del Quattrocento al 1560 fu una delle corti dei re di Francia (Luigi XI, Carlo VIII, Luigi XII, Francesco I). Sorge in posizione dominante sulla Loira, stretto fra torri poderose: conserva alcune parti della fine del Quattrocento (ala sulla Loira; cappella di St. Hubert del 1493, dove si trova la presunta tomba di Leonardo da Vinci; torrioni a rampe elicoidali) in stile gotico fiammeggiante, mentre del primo Cinquecento è l'insieme dell'edificio, costruito nel caratteristico stile ibrido del primo Rinascimento francese. Nei pressi di Amboise, al centro di un grande parco, si trova il castello di Chenonceaux (1513-21) a pianta rettangolare. Caterina de' Medici fece aggiungere nel 1556 da Philibert Delorme il caratteristico corpo a due piani sopra il ponte a cinque arcate sullo Cher.

Media


Non sono presenti media correlati