Questo sito contribuisce alla audience di

Bardesane

scrittore gnostico siriaco (Edessa ca. 154-ca. 222). È considerato il fondatore della letteratura siriaca. Visse alla corte del re Abgar IX; convertitosi al cristianesimo, cercò di fondere la tradizione occidentale con quella orientale. Di lui ci rimane una sola opera, il Dialogo del destino, o libro delle leggi dei Paesi, in siriaco, con frammenti greci e latini. Con la sua visione dualistica del mondo, che contrappone il male al bene, il corpo all'anima, Bardesane esercitò grande influenza sul manicheismo.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti