Questo sito contribuisce alla audience di

Bolano

comune in provincia di La Spezia (14 km), 317 m s.m., 14,68 km², 7391 ab. (bolanesi), patrono: san Giuseppe (19 marzo) e sant’ Antonio (13 giugno).

Centro posto sullo sperone che divide i fiumi Vara e Magra, dominandone la confluenza. Citato per la prima volta nel 963, fu feudo dei vescovi di Luni che nel 1273 lo cinsero di mura. Cessato il dominio dei vescovi (1318), divenne possesso dei Malaspina, che vi costruirono un castello. Genova ne prese possesso nel 1562, pagando una somma ai feudatari.§ Nel nucleo storico, che ha conservato i tratti originari di borgo fortificato, si riconoscono i cosiddetti “borgo dritto” e “borgo vecchio”; quest'ultimo si sviluppa attorno alla parrocchiale dell'Assunta, ricostruzione del sec. XVIII di un edificio romanico già rimaneggiato in epoca barocca. Nella frazione di Ceparana (nel Medioevo importante centro di transito e commercio), incorporati nel castello Giustiniani, sono i resti dell'abbazia di San Venanzio, fondata nel sec. VI e ricostruita nei sec. X-XI, epoca cui appartengono anche la poderosa torre quadrata e parte delle mura.§ Ceparana è sede di attività industriali nei settori enologico, meccanico, metallurgico, ottico, dei materiali per l'edilizia e della lavorazione del marmo. L'agricoltura si basa sull'olivicoltura, affiancata dalla coltivazione di vite e frutta.

Media


Non sono presenti media correlati