Questo sito contribuisce alla audience di

Buckingham, George Villiers, 1º duca di-

statista inglese (Brooksby 1592-Londra 1628). Con l'appoggio dell'arcivescovo di Canterbury, George Abbot, e della regina, ottenne importanti titoli e cariche; si guadagnò tra l'altro l'affetto del re Giacomo I e dell'erede al trono, principe Carlo, imponendo loro, per quasi dieci anni, la sua volontà. Dopo l'ascesa al trono di Carlo (1625) e il suo matrimonio con Enrichetta Maria, sorella del re di Francia Luigi XIII, Buckingham, che tendeva a realizzare il progetto di una grande lega protestante guidata dall'Inghilterra, non ebbe l'approvazione del Parlamento, sciolto due volte pur di salvarlo. Scoppiata la guerra con la Francia, sostenne la causa dei protestanti francesi, gli ugonotti, salpando con una grande flotta e 7000 soldati per soccorrere la roccaforte ugonotta di La Rochelle (1627). La spedizione fallì, ma egli insistette con un'altra flotta, questa volta agli ordini del conte di Denbigh, che però non compì niente di risolutivo (1628). Il Parlamento intanto aveva presentato la Petition of Right (Petizione di diritto) con la quale condannava i mezzi impiegati per raccogliere uomini e denaro per queste spedizioni, votando subito dopo una dichiarazione che attribuiva all'abuso e all'eccessivo potere di Buckingham gli insuccessi degli ultimi tre anni. Il re in risposta sciolse il Parlamento mentre con Buckingham stava apprestando un'altra flotta da inviare a La Rochelle; ma nell'agosto del 1628 il duca fu assassinato. Buckingham fu tra i maggiori collezionisti inglesi del Seicento. Alla sua già ricca collezione (opere di scuole italiana e fiamminga) aggiunse una splendida raccolta di Rubens, suo amico. Confiscata poi da Cromwell, la collezione è oggi divisa tra i maggiori musei del mondo.

Media


Non sono presenti media correlati