Questo sito contribuisce alla audience di

Castrignano del Capo

comune di provincia di Lecce (65 km), 121 m s.m., 20,36 km², 5474 ab. (castrignanesi), patrono: san Michele (29 settembre).

Centro del Salentomeridionale, nella regione del Capo. Le numerose caverne e grotte dei dintorni documentano la presenza umana già nel Paleolitico. Si sviluppò in seguito alla distruzione di Vereto e di Leuca (sec. XI) e fino al sec. XV si chiamò Castrum Leocadense. Il castello fu distrutto dal terremoto del 1456. Fece parte della Contea di Alessano, istituita nel Duecento dagli Angioini. Ebbe numerosi feudatari. § La parrocchiale di San Michele, rifatta nel 1747, conserva la facciata cinquecentesca. Del sec. XVI sono pure il castello e la parrocchiale della frazione Giuliano. Nel territorio comunale è il capo Santa Maria di Leuca, l'estremità del “tallone” d'Italia dove si incontrano i mari Adriatico e Ionio, formato da un'alta scogliera calcarea; vi si trova il santuario di Santa Maria di Leuca, forse costruito sul luogo di un tempio di Minerva, rifatto nel 1720 e nel 1926 (facciata). § Risorsa importante è il turismo: la frazione Marina di Leuca è rinomata località balneare e porto attrezzato. L'agricoltura (olive e tabacco), l'industria (nei settori calzaturiero, oleario e della lavorazione dei metalli) e la pesca completano il quadro economico. § Al capo Santa Maria di Leuca Sergio Rubini girò il film L’anima gemella (2002).