Questo sito contribuisce alla audience di

Citeróne

monte (1409 m) della Grecia sudorientale, sul confine tra l'Attica e la Beozia. Nell'antichità era valicato dalla strada che univa Atene a Platea. In greco, Kitairon Óros. § Nella mitologia greca, il monte ebbe una sua personificazione: fu immaginato ora come un antico re di Platea che riesce a ricostituire l'armonia tra Zeus ed Era, e ora come il fratello malvagio del buon Elicona (personificazione di un altro monte) ucciso da lui. Sul monte Citerone i Greci celebravano le feste dionisiache che rievocavano il mito di Dioniso e di Penteo; e le dedalee a ricordo del ritrovato accordo fra Zeus ed Era. Quivi la tradizione voleva che Orfeo avesse suonato la cetra e che fosse stata compiuta la strage dei Niobidi.