Questo sito contribuisce alla audience di

Deville-Sainte-Claire, Henri-Étienne

chimico francese (Saint-Thomas, Antille, 1818-Boulogne-sur-Seine 1881). Fratello di Charles, rivolse la sua attività prevalentemente a ricerche di chimica sperimentale; scoprì il toluene, ottenne l'anidride nitrica, mise a punto vari metodi per la preparazione di metalli. Si occupò in particolare della metallurgia del platino e realizzò la lega platino-iridio. Altre sue ricerche riguardano la dissociazione dei composti chimici alle alte temperature.

Processo Deville-Péchiney

Variante del metodo Bayer, ottiene l'allumina a partire da bauxiti povere in silice e ad alto contenuto in ferro. La bauxite viene dapprima calcinata a 1000 ºC con carbonato sodico per ottenere alluminato sodico che viene successivamente trattato con acqua calda. Nella soluzione si fa gorgogliare anidride carbonica che provoca la precipitazione di idrato d'alluminio; questo, dopo filtrazione, viene calcinato ad allumina mentre nella soluzione si rigenera carbonato di sodio che può essere riutilizzato.

Media


Non sono presenti media correlati