Questo sito contribuisce alla audience di

Djulgheroff, Nicolaj

pittore e architetto futurista bulgaro (Kunstendil, Bulgaria, 1901-Torino 1982). Di formazione mitteleuropea, studiò a Vienna e a Dresda. Collaborò con il Bauhaus di Weimar nel 1923. Nel 1926 si stabilì a Torino, laureandosi nel 1932 alla Scuola Superiore di Architettura all'Accademia Albertina. Prese parte al gruppo futurista torinese dedicandosi alla pittura, al design, alla grafica (nel 1929 disegnò la testata del periodico La città Futurista), oltre che all'architettura. Nel 1931 partecipò all'Esposizione di Architettura Razionale a Milano e a Roma. Nel 1934 realizzò a Albissola la casa Mazzotti e nel 1935 a Bari il padiglione Cora della Fiera del Levante, esibendo entro il codice formale futurista una vena dichiaratamente razional-costruttivista. Della sua più matura opera di pittore, che ha riscosso notevole apprezzamento in occasione di diverse personali a lui dedicate, si segnalano soprattutto collages, talvolta polimaterici (come, per esempio, Homo sapiens, 1980).

Media


Non sono presenti media correlati