Questo sito contribuisce alla audience di

Dobbiaco/Toblach

comune in provincia di Bolzano (102 km), 1243 m s.m., 126,33 km², 3240 ab. (dobbiacensi/Toblacher), patrono: san Giovanni Battista (24 giugno).

Centro dell'alta val Pusteria. Poco a S, a 1256 m nella val di Landro, si trova il lago di Dobbiaco (Toblacher See), lungo 800 e largo 400 m, formato dal fiume Rienza, affluente del fiume Isarco. Il territorio, abitato e già notevole punto di transito in età romana, secondo la tradizione fu teatro di uno scontro (609) fra Bavari e Slavi. L'abitato, con il nome di Duplago, è noto dall'827. Fece parte del vescovato di Frisinga, poi giurisdizione di Belispergo, finché venne acquisito dai conti di Tirolo (sec. XIII), da cui passò ai conti di Gorizia. Sviluppatosi per la favorevole posizione tra Cadore e Brennero, subì gravi danni durante la prima guerra mondiale.§ Presso il centro storico sorge il castello cinquecentesco, costruito su un edificio medievale. Nella parte vecchia dell'abitato è la bella chiesa tardobarocca di San Giovanni Battista (1769), che conserva opere d'arte dei sec. XVI-XVII.§ Dobbiaco è stazione di villeggiatura di primo piano, con attrezzature di alto livello per le attività escursionistiche e per gli sport invernali. Si praticano l'allevamento e la silvicoltura. Attività manifatturiere sono presenti nei settori alimentare (formaggi, salumi e bevande), conserviero, edile, della lavorazione del legno, dell'abbigliamento e dei materiali da costruzione.§ In estate vi si tengono le settimane musicali Gustav Mahler.

Media


Non sono presenti media correlati