Questo sito contribuisce alla audience di

Duvall, Robert

attore cinematografico statunitense (San Diego, California, 1931). Studente della prestigiosa Playhouse School of Theatre di New York, alla fine degli anni Cinquanta alterna il teatro a piccoli ruoli in popolari serial televisivi. Sul grande schermo debutta nel 1962 con Il buio oltre la siepe, ma è grazie al nuovo cinema americano degli anni Settanta che trova la sua giusta dimensione artistica: R. Altman gli regala un ruolo caricaturale nell'antimilitarista Mash (1970), G. Lucas lo sceglie come protagonista della sua opera prima, il filosofico-fantascientifico L’uomo che fuggì dal futuro (1970), F. F. Coppola gli affida il ruolo di Tom Hagen in Il padrino (1972), che poi l'attore riprenderà in Il padrino-parte seconda (1974). Successivamente diretto da Sam Peckinpah (Killer élite, 1975) e S. Lumet (Quinto potere, 1976), Duvall darà nuovamente il meglio di sé con Coppola nell'epico Apocalypse Now (1979). Dopo un grande duetto con R. De Niro in L’assoluzione (1981), finirà per vincere l'unico Oscar della sua carriera per un film mieloso e retorico come Un tenero ringraziamento (1983). Successivamente offrirà ancora interpretazioni mirabili in Colors-colori di guerra (1988), Un giorno d’ordinaria follia (1994) e Conflitto d’interessi (1999). Duvall si è inoltre cimentato come sceneggiatore e regista in Angelo My Love (1983) e The Apostle (1997), film premiato con due Independent Spirit Awards.Nel 2003 ha diretto e interpretato Assassination Tango e ha recitato in Terra di confine di Kevin Costner. Nel 2006 ha recitato in Thank you for smoking di J. Reitman, nel 2008 in I padroni della notte di J. Gray, nel 2009 in The Road di John Hillcoat e nel 2010 in Crazy Heart di S. Cooper. Altri film: A Night in Old Mexico (2013) di Emilio Aragón,The Judge (2014) di David Dobkin e Wild Horses (2015, diretto e interpretato).

Media


Non sono presenti media correlati