Questo sito contribuisce alla audience di

Gellert, Christian Fürchtegott

scrittore tedesco (Hainichen, Erzgebirge, 1715-Lipsia 1769). Studiò teologia e filosofia a Lipsia, accostandosi all'allora dominante estetica di Gottsched, quindi al gruppo dei Bremer Beiträger, e dal 1751 fu professore di poesia e morale all'Università di Lipsia. È uno dei maggiori scrittori dell'Illuminismo e del pietismo tedesco. Compose favole morali (Fabeln und Erzählungen, 1746-48; Fiabe e racconti), svariati Rührstücke, o commedie lacrimose, quali Die Betschwester (1745; La bigotta), e i Geistliche Oden und Lieder (1757; Odi e canti religiosi), che furono molto apprezzati alla sua epoca. Con Das Leben des schwedischen Gräfin von G. (1747; La vita della contessa svedese di G.) fu, inoltre, il mediatore del romanzo sentimentale di Richardson e Prévost in Germania.

Media


Non sono presenti media correlati