Questo sito contribuisce alla audience di

Kulle, Jarl

attore teatrale e cinematografico svedese (Ekeby, Skåne, 1929-Stoccolma 1997). Rivelatosi nel 1949 come virile e focoso don Lisardo nel dramma di CalderónUna casa con due porte è difficile da custodire, fu, negli anni Cinquanta, Liolà, Romeo, Don Giovanni, curando e perfezionando, ora nella passione e ora nell'ironia, la propria galleria di seduttori. Accrebbe ancora la sua popolarità passando nel 1959, con My Fair Lady, alla commedia musicale. Più volte diretto in teatro da A. Sjöberg, venne da lui lanciato anche in cinema (Karin Månsdotter, 1954), poi il suo talento istrionico e beffardo fu sfruttato da I. Bergman in Sorrisi di una notte d'estate (1955), L'occhio del diavolo (1960), in cui rifece Don Giovanni, e A proposito di tutte queste signore (1964), di cui fu protagonista assoluto, attorniato dalle migliori attrici svedesi.

Media


Non sono presenti media correlati