Questo sito contribuisce alla audience di

Langmuir, Irving

fisico e chimico statunitense (Brooklyn, New York, 1881Falmouth, Massachusetts, 1957). Nel 1909 entrò nella General Electric Co. di New York dove svolse tutta la sua attività, dirigendo, dal 1932 al 1950, il settore ricerche. Perfezionò le lampade a incandescenza riempiendone il bulbo con gas inerte per ritardare l'evaporazione del tungsteno. Durante queste ricerche, realizzò (1916) una pompa a vuoto a vapori di mercurio e nuovi tipi perfezionati di valvole elettroniche che permisero di realizzare collegamenti radiofonici a onde corte. S'interessò quindi al comportamento superficiale dei gas scoprendo lo strato monoatomico dell'idrogeno. Nel 1932 gli venne assegnato il premio Nobel per la chimica per le sue ricerche nel campo dei fenomeni chimici di superficie. Gli si devono ancora varie leggi relative al funzionamento dei tubi elettronici a vuoto e a gas e una teoria della valenza chimica, esposta in collaborazione con G. N. Lewis.

Legge di Langmuir-Child

In un tubo a vuoto che funziona in regime di carica spaziale, la corrente catodica Ik è proporzionale alla potenza 3/2 di una combinazione lineare delle tensioni Vik applicate tra il generico elettrodoi e il catodok. La legge, che estende quella di Child, valida per i diodi, può essere applicata quando la combinazione lineare è positiva poiché a questa quantità è proporzionale il campo elettrico Ek prodotto sul catodo dagli elettrodi; per il tubo a vuoto è interdetto e Ik=0. La potenza 3/2 è rigorosa solo per elettrodi a geometria piana o cilindrica; con le configurazioni pratiche essa può variare tipicamente tra 1,3 e 1,8.

Media


Non sono presenti media correlati