Questo sito contribuisce alla audience di

Mahen, Jiří

pseudonimo dello scrittore e giornalista ceco Antonín Vančura (Čáslav, Boemia, 1882-Brno 1939). Fu drammaturgo del Teatro Nazionale di Brno e appartenne alla corrente anarchica della letteratura boema del Novecento. Poeta per lo più modernista e impressionista (Fiammelle, 1907; Arcobaleno, 1916; Cuore quieto, 1917; Scirocco, 1923; Addio al sud, 1934; L'incendio dei monti Tatra, 1934), narratore (Camerati della libertà, 1909; Il miglior vagabondaggio, 1929; L'uomo in tutte le situazioni, 1930; Racconti e disegni, 1931; Vagabondaggi e ricordi, 1931), Mahen fu soprattutto autore teatrale. Tra i suoi drammi si segnalano Mare morto (1918) e soprattutto Jánošík (1910) di argomento storico; a quest'ultimo lavoro si ispirò il regista M. Frič per la sceneggiatura del suo film sull'eroe popolare slovacco (Jánošík, 1936). Notevoli anche gli scritti teorici e polemici dedicati ai vari aspetti delle problematiche teatrali.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti