Questo sito contribuisce alla audience di

Novaja Zemlja

arcipelago (82.600 km²; ca. 100 ab.) della Russia, nel Circondario Autonomo dei Nenec (provincia di Arcangelo), situato nel Mar Glaciale Artico, tra il Mar di Barents e il Mar di Kara. È costituito da due isole maggiori (separate dallo stretto di Matočkin Šar) e da alcuni isolotti minori; l'isola meridionale è separata dall'isola di Vajgač tramite la Porta di Kara. Montuoso (l'isola settentrionale raggiunge i 1547 m) in quanto prosecuzione verso N della catena degli Urali, l'arcipelago è in larga parte coperto da ghiacciai; sull'isola meridionale prevale la tundra. La popolazione indigena è costituita da un centinaio di Nenec dediti alla caccia e alla pesca; vi è poi una popolazione non residente costituita da alcune centinaia di militari, pescatori, addetti alle ricerche minerarie. L'arcipelago ha riserve di rame, piombo e zinco. Per 40 anni è stato usato come poligono per test nucleari dall'URSS (sotterranei, in superficie e sottomarini): il primo fu nel 1950, l'ultimo nel 1990; nel 1961 vi fu fatta esplodere la più potente bomba H (50 megaton) mai testata al mondo. Da tempo il governo russo intende realizzarvi un grande deposito di scorie nucleari. In italiano, Nuova Terra.

Media


Non sono presenti media correlati