Questo sito contribuisce alla audience di

Pónte di Vèia

arco naturale roccioso situato presso Sant'Anna d'Alfaedo (provincia di Verona), in val Pantena, alla cui base si trovano alcune cavità; esso venne ritratto da Andrea Mantegna in alcuni dipinti e probabilmente servì d'ispirazione a Dante Alighieri per il paesaggio delle Malebolge. Pare sia ciò che resta dell'imboccatura di una caverna dopo il crollo della volta causato da fenomeni di erosione. Gli scavi eseguiti nei depositi quaternari del complesso (grotte A, C ed E) di Ponte di Veia, iniziati nel 1946 dal Museo Civico di Storia Naturale di Verona, ripresi nel 1965 e, infine, completati nel 1974 dall'Università di Ferrara, hanno permesso di rinvenire livelli con industria musteriana (grotta A) e del Paleolitico superiore, queste ultime databili alla fase finale dell'Epigravettiano medio.

Media


Non sono presenti media correlati
. Webtrekk 3.2.2, (c) www.webtrekk.com -->