Questo sito contribuisce alla audience di

Rígas, Konstandínos, detto Feréos

poeta e patriota greco (Valestino ca. 1757-Belgrado 1798). Di famiglia agiata, nel 1786 si stabilì nei Principati Danubiani, dove fu al servizio del gospodaro di Valacchia e segretario di A. Ypsilantis e N. Mavroghenis. L'esperienza politica acquisita in queste funzioni fu da Rígas messa a profitto dopo il trasferimento a Vienna (1793), allora sede della più potente comunità greca, per preparare il piano di una Confederazione Balcanica, secondo i principi affermati dalla Rivoluzione francese. Pubblicò opere di carattere militare, politico e letterario (fra cui il popolare Thurios, inno rivoluzionario), che venivano diffuse dagli affiliati alla società segreta da lui fondata. Confidando nell'aiuto di Napoleone e deciso a incontrarsi con lui per perorare la causa greca, nel 1797 si recò a Trieste. Qui fu arrestato dagli Austriaci e consegnato ai Turchi che lo giustiziarono.

Media


Non sono presenti media correlati