Questo sito contribuisce alla audience di

Reina di Scòtia, La-

tragedia di F. Della Valle scritta nel 1591 e pubblicata nel 1628. La vicenda della regina Maria Stuarda, decapitata per ordine di Elisabetta d'Inghilterra nel 1587, è rievocata nell'unicità del motivo centrale, la regalità umiliata, e del tempo (il lungo giorno che precede il martirio). Considerata dall'autore (secondo la convinzione diffusa nei Paesi cattolici) come la vittima innocente della perfidia di Elisabetta, Maria rivive nella memoria la scenografia fastosa della corte, cui subentra la scenografia truce della sua morte, descritta dal fedele maggiordomo. La tragedia è pervasa dalla sensibilità cupa e severa della Controriforma e dal compiacimento tipicamente barocco per le immagini orrende e lugubri, congiunti a un erotismo estenuato e morboso.

Media


Non sono presenti media correlati