Questo sito contribuisce alla audience di

Santa Marinèlla

comune in provincia di Roma (62 km), 7 m s.m., 49,20 km², 14.951 ab. (santamarinellesi), patrono: san Giuseppe (19 marzo).

Centro sul promontorio del capo Linaro, estrema propaggine sudoccidentale dei Monti della Tolfa. Nato forse come postazione navale etrusca legata a Cerveteri, assunse un ruolo di rilievo solo nel Medioevo. Nel sec. XVI fu possedimento della Chiesa, poi dei Barberini e dell'Ospedale di Santo Spirito.§ La città conserva resti di epoca romana, con due ponti restaurati, stele, cippi, ville, peschiere e l'estesa zona degli scavi di Pirgi (l'odierna frazione Santa Severa). Il castello Odescalchi è del sec. XV, ma più volte rimaneggiato. Pregevoli le numerose ville liberty costruite tra la fine del sec. XIX e l'inizio del sec. XX.§ L'economia si fonda soprattutto sul turismo, con ricettività e strutture balneari, nautiche, ricreative, sportive e commerciali. Operano industrie di materiali e componenti per l'edilizia; è molto attivo il comparto florivivaistico.

Media


Non sono presenti media correlati