Questo sito contribuisce alla audience di

Shên Chou

(Shên Shih-t'ien), pittore, calligrafo e poeta cinese (Chang-ch'ien 1427-1509). Principale esponente della pittura cinese del periodo Ming, fu il maggiore rappresentante, se non anche il fondatore, della cosiddetta scuola Wu, attiva a Su-chou (l'antica Chang-ch'ien). Appartenente a un ambiente familiare di letterati e collezionisti d'arte, elaborò il suo stile sullo studio delle opere di Ni Tsan, Wu Chên e Wang Mêng, attratto dalla pittura cinese sviluppatasi durante il periodo Yüan, nella quale trovò un ideale punto d'incontro con i pittori individualisti. Secondo l'orientamento della scuola Wu, Shên Chou fu profondamente impegnato nella coerente ricerca di rendere pittoricamente la realtà, senza che questa risultasse freddamente imitativa; nei suoi dipinti, perciò, il tratto è vario, costruisce e subito sembra annullare la consistenza delle forme in un ricco gioco di sfumature dove i grigi perlacei dell'inchiostro si stemperano nelle tinte tenui del colore (Giardinaggio, Kansas City, Nelson Gallery of Art; Letterato nel suo studio in attesa di un invitato, 1491; Villaggio di pescatori, Washington, Freer Gallery).

Media


Non sono presenti media correlati