Questo sito contribuisce alla audience di

Tànis

(greco Tanís; latino Tanis). Antica città dell'Egitto, le cui rovine sorgono nei pressi dell'attuale centro di Sân el-Hagar, 30 km a SSW di El-Manzala, nel settore nordorientale del delta del Nilo. § Gli scavi condotti da F. Mariette, W. Petrie, Montet e in epoca successiva da Yoyotte, hanno messo in luce il monumentale tempio di Ammone, costruito dai sovrani taniti riutilizzando in parte i materiali estratti dalla vicina Pi-Ramesse e da altre località; i resti di due cortili e soprattutto le undici coppie di obelischi che un tempo lo ornavano ne lasciano intravvedere la monumentalità. Sono state trovate anche le tombe a ipogeo – alcune intatte – di sovrani delle dinastie XXI e XXII; Psusennes I, Osorkon II, Sheshonq III, i cui ricchi corredi si trovano ora al Museo del Cairo (notevoli particolarmente il sarcofago d'argento di Sheshonq e il vasellame d'oro e d'argento). Alcuni studiosi hanno identificato Tanis con Avaris, l'antica capitale degli Hyksos e con Pi-Ramesse, la residenza di Ramesse II, ma recenti studi tendono a localizzare questi due centri nella località vicina (25 km a S) di Qantîr-Khataʽna.

Media


Non sono presenti media correlati