Questo sito contribuisce alla audience di

Tedaldi Fòres, Carlo

poeta e autore teatrale italiano (Cremona 1793-Milano 1829). Dopo le prime poesie classicistiche (Inno all'aurora, 1816; Alla speranza, 1817) si convertì al romanticismo. Scrisse la “romanza in quattro canti” Narcisa (1818), riecheggiante le ballate romantiche tedesche, i Romanzi poetici (1820), nella cui prefazione esaltò la libertà e il valore dell'arte, i drammi storici Buondelmonte Buondelmonti (1824), Beatrice di Tenda (1825, da cui venne tratto il libretto per l'omonima opera di Bellini) e I Fieschi e i Doria (1829), dove si avverte l'influsso della tragedia inglese e di F. Schiller.

Media


Non sono presenti media correlati