Questo sito contribuisce alla audience di

Tròilo

(greco Trōilos; latino Troílus). Figlio di Priamo ucciso da Achille durante la guerra di Troia. Appena nominato da Omero, apparve in diversi cicli epici posteriori e ottenne particolare fortuna, a iniziare dal Medioevo, grazie al successo del Roman de Troie (Romanzo di Troia) di Benôit de Sainte-Maure (ca. 1165), dove s'introduce il tema del suo sfortunato amore per Cressida, e acquistò particolare rilievo nel poema Troilus and Criseyde (ca. 1385) di G. Chaucer, nel Testament of Cresseid (1593) di R. Henryson e soprattutto nel dramma Troilus and Cressida (1602) di W. Shakespeare, amara meditazione sulla vanità degli eroismi e delle passioni.

Media


Non sono presenti media correlati