Questo sito contribuisce alla audience di

Velde, Henry van de-

architetto, pittore, scrittore e designer belga (Anversa 1863-Oberägeri 1957). Dopo un'esperienza simbolista a Parigi, iniziò la sua attività a Bruxelles (1889) operando nella direzione del neoimpressionismo francese. Membro del gruppo d'avanguardia “Les XX”, vivamente interessato al problema del rapporto arte-società, si dedicò dal 1892-93 all'architettura e alle arti applicate. La casa dell'architetto “Bloemenwerf” a Uccle (1895-96) è già indicativa del concetto di unitarietà e totalità nella progettazione tipico di van de Velde; egli ne disegnò infatti anche i mobili e tutti i particolari dell'arredo interno e della decorazione. È in questo campo infatti che si colloca l'inserimento dell'architetto nell'area dell'Art Nouveau franco-belga. Sia per l'appassionata azione di teorico e polemista (del 1907 è il fondamentale saggio Vom neuen Stil, Per il nuovo stile) sia per le straordinarie qualità di designer, van de Velde esercitò una notevole influenza sul modernismo europeo. Nel 1898 aprì un laboratorio per la realizzazione di mobili, suppellettili, tessuti, carte da parati, argenterie, gioielli, ceramiche; i suoi oggetti, caratterizzati da una linea dinamica e asimmetrica, sono tra i più splendidi esempi dell'uso del motivo ornamentale come simbolo espressivo della struttura. Trasferitosi in Germania nel 1899, nel 1902 fu chiamato a Weimar a dirigere quella Scuola d'arte e mestieri che fu l'immediato precedente del Bauhaus: nella sede dell'istituto (1906), come nel più tardo teatro per l'esposizione del Deutscher Werkbund a Colonia (1914), il linguaggio di van de Velde appare asciutto e semplificato, sulla linea di una ricerca rigorosamente funzionale, che lasciò il suo segno sui successivi orientamenti dell'architettura moderna europea. Fondatore e direttore (1926) dell'Istituto superiore di architettura e arti decorative di Bruxelles, nel 1947 si trasferì nel villaggio svizzero di Oberägeri, dove trascorse gli ultimi anni della sua vita.

Media


Non sono presenti media correlati