Questo sito contribuisce alla audience di

mascellare

agg. e sm. [sec. XIV; da mascella].

1) Della mascella, di quanto concerne la mascella: arteria mascellare interna (così detta per distinguerla dalla mascellare esterna, cioè l'arteria facciale), uno dei due rami terminali ramificati della carotide esterna che provvede all'irrorazione di una parte del capo (orecchio medio, meningi cerebrali, arcate dentarie, parte della muscolatura della faccia, della bocca, della faringe e del muscolo temporale) e che con il ramo terminale (detto sfenopalatino) porta sangue ai seni frontale e mascellare, al setto e ai cornetti nasali; nervo mascellare superiore, ramo terminale sensitivo, o seconda branca del trigemino, che parte dal ganglio di Gasser e fornisce rami per la innervazione degli alveoli dentari e dei denti dell'arcata superiore e del palato; nervo mascellare inferiore, lo stesso che nervo mandibolare; osso mascellare (o mascellare superiore), osso pari, quadrangolare, che forma, saldandosi con altre ossa, lo scheletro della faccia, tra l'orbita, il naso e il palato, contiene nel suo spessore alcune cavità (fosse nasali, cavità orbitaria, seno mascellare) e sul suo margine inferiore gli alveoli dentari; seno mascellare, cavità situata nel corpo dell'apofisi dell'osso mascellare superiore, tappezzata di mucosa.

2) In zoologia, piede mascellare o massillipede, ciascuno degli arti toracici anteriori dei Crostacei che collaborano con gli organi boccali nella presa del cibo; ghiandola mascellare, organo escretore pari, omologo al metanefridio, situato nel secondo segmento mascellare e che sbocca alla base del rispettivo paio di mascelle nei Crostacei.

3) In marina, lo stesso che battente.

Media


Non sono presenti media correlati