Questo sito contribuisce alla audience di

onorificènza

sf. [sec. XIV; dal latino tardo honorificentía, da honorifícus, onorifico]. Riconoscimento pubblico concesso a una persona per i suoi meriti in campo politico, sociale, economico o culturale. Per l'art. 87 della Costituzione l'onorificenza è conferita dal presidente della Repubblica. Tipi di onorificenza sono: il conferimento di un pubblico incarico o di una pubblica ricompensa; la concessione di decorazioni. Queste ultime sono civili o militari. Le prime comprendono la medaglia al valore, la stella al merito del lavoro e le medaglie di benemerenza; le seconde, la medaglia al valore, la croce al merito di guerra e la medaglia al valor partigiano della guerra di Liberazione. § Onorificenze pontificie, riconoscimento dato dal papa a persone che hanno acquisito meriti particolari nel campo cattolico: l'Ordine Supremo del Cristo fu istituito da papa Giovanni XXII nel 1319; l'Ordine dello Speron d'oro, istituito in data sconosciuta, decadde e fu restaurato da Pio X nel 1905; l'Ordine piano, fondato nel 1847 da Pio IX, riformato da Pio XII nel 1939 e ancora nel 1957, comprende quattro classi (cavalieri di collare, cavalieri di gran croce, commendatori, cavalieri); l'Ordine di San Gregorio Magno, istituito da papa Gregorio XVI nel 1831 e restaurato da Pio X nel 1905, comprende le classi dei cavalieri di gran croce, dei commendatori, dei cavalieri; l'Ordine di San Silvestro, istituito nel 1841 da Gregorio XVI, riformato da Pio X nel 1905, comprende le classi dei cavalieri di gran croce, dei commendatori, dei cavalieri.

Media


Non sono presenti media correlati