Questo sito contribuisce alla audience di

riformato

agg. e sm. [sec. XVI; pp. di riformare].

1) Modificato mediante riforme, detto specialmente di movimenti e ordini religiosi: frati riformati; chiese riformate, chiese sorte sulla matrice della riforma religiosa di Lutero, ma che si caratterizzano piuttosto sulle “professioni di fede” di Calvino e di Zwingli (vedi protestantesimo); quindi i riformati, gli aderenti a tali chiese.

2) Individuo riconosciuto, in modo permanente e assoluto, inabile al servizio militare per sopravvenuta o congenita incapacità fisica.

Media


Non sono presenti media correlati