Questo sito contribuisce alla audience di

solfoemoglobinemìa

sf. [da solfo+ emoglobina+-emia]. Intossicazione enterogena da fosfina che, assorbito nell'intestino in quantità elevate, produce nel sangue solfoemoglobina; ne sono colpiti gli operai addetti alla pulitura delle fogne. Può manifestarsi in forma acuta con collasso, perdita della coscienza e rapida paralisi respiratoria, o subacuta con tosse, dispnea, tachicardia, faringite, congiuntivite e cheratite. La cura consiste nel trasportare il malato in ambiente sano, praticargli la respirazione artificiale prolungata e successivamente l'ossigenoterapia.

Media


Non sono presenti media correlati