Questo sito contribuisce alla audience di

Il 2011 è l'anno europeo del volontariato

Viste le premesse, non possiamo far altro che aspettarci il meglio dal 2011: tema di quest'anno appena iniziato è infatti il volontariato e la cittadinanza attiva. Si tratta di una tematica importante, che mette al centro la solidarietà e l'impegno nei confronti del prossimo.

Per volere dell'Unione Europea, infatti, il 2011 sarà l'Anno europeo delle attività di volontariato.  Un'iniziativa che nasce col fine non solo di sostenere, ma anche di incoraggiare gli sforzi di quelle persone che decidono di dedicare il proprio tempo alle persone che più ne hanno bisogno. Perché in Europa di altruismo ce n'è davvero molto: si stima che circa un europeo su quattro si dedichi abitualmente al volontariato, cosa che, tradotta in cifre, significa circa 100milioni di persone impegnate a migliorare la qualità della vita all'interno della comunità nella quali vivono.

Perché si può fare volontariato in moltissimi modi:  leggendo un libro ad un bambino ricoverato in ospedale, accompagnando un anziano a fare la spesa o tenendo corsi gratuiti di pubblica utilità. Il termine 'volontariato', infatti, racchiude in sé un universo molto variegato di attività, il cui minimo comun denominatore si ritrova nella loro capacità di fare la differenza, andando a contribuire allo sviluppo personale e sociale del soggetto a cui sono rivolte.
Ma non si tratta solo di questo: il volontariato ha altresì la capacità di formare positivamente anche i volontari stessi e la società in generale, incentivandone l'aspetto democratico che ne sta alla base.

Ovviamente l'Anno europeo del volontariato è solo il coronamento di molte altre iniziative simili che l'Unione Europea ha da sempre promosso e portato avanti: è dal 1996, infatti, che è attivo il Servizio Volontario Europeo, il cui scopo è quello di incoraggiare i giovani a lavorare come volontari sia nel proprio paese d'origine che all'estero.

Saranno moltissime le iniziative che avranno luogo quest'anno e che troveranno un legame forte grazie al lavoro di svariati gruppi di volontari che, nel corso del 2011, viaggeranno per i paesi dell'Europa illustrando il proprio lavoro in una serie di appuntamenti mirati. Ogni tappa del viaggio sarà documentata da una squadra di giornalisti volontari che, a turno, produrranno servizi sia scritti che audiovisivi destinati ai media europei.

Tuttavia il lavoro non sarà solo 'dal basso' poiché anche le autorità cercheranno di rendere più semplice il lavoro dei volontari, conferendo autonomia e responsabilità alle varie organizzazioni, col fine di migliorare la qualità della cittadinanza attiva.

Insomma, quello che ci apprestiamo a vivere sarà un periodo molto importante poiché, come recita la stessa Decisione dell'Unione Europea, "il volontariato è una delle dimensioni fondamentali della cittadinanza attiva e della democrazia, nella quale assumono forma concreta valori europei quali la solidarietà e la non discriminazione e in tal senso contribuirà allo sviluppo armonioso delle società europee".

Per essere sempre informati sulle iniziative che avranno luogo durante il 2011, consigliamo di seguire gli aggiornamenti sulla pagina dedicata, che trovate a questo link.

17/01/2011