Questo sito contribuisce alla audience di

Afanasjeva Gora

necropoli presso il villaggio russo di Bateni sul fiume Jenisej (Siberia), da cui prende nome (Afanasjevo) una delle maggiori culture delle steppe siberiane, collocata intorno al III millennio a. C., le cui manifestazioni giungono fino allo Jenisej e all'Altaj. I reperti archeologici si riferiscono a suppellettili degli arredi funebri, riportati alla luce dalle necropoli (di cui la più ricca è quella scoperta vicino al monte Afanasjevo con sepolture collocate all'interno di recinti circolari costruiti con lastre di pietra): vasellame dipinto che trova corrispondenze con le produzioni di Susa e del Khwarizm e piccoli oggetti ornamentali in rame. Questa cultura, che segue quella microlitica di Kelteminar e alla quale succederà quella di Andronovo, coincide in un certo periodo con uno degli ultimi stadi del Neolitico siberiano (nella più ampia documentazione attestata nella regione del Bajkal, sulle rive del fiume Angara) chiamato, secondo una suddivisione cronologica, stadio di Kitoj, in un'epoca in cui inizia a irradiarsi verso la Cina Shang quella particolare raffigurazione animalistica, così peculiare del mondo figurativo iranico, che diverrà espressione emblematica dell'arte delle steppe.

Media


Non sono presenti media correlati