Questo sito contribuisce alla audience di

Amduat

(ant. egiziano, ciò che è nel mondo sotterraneo), titolo assegnato dalla tradizione all'opera religioso-funeraria più importante del periodo del Nuovo Regno. Tema del libro è la corsa notturna del Sole attraverso l'oltretomba, che verrà trattato in altre opere dello stesso periodo: Libro delle Porte, Libro delle Caverne (o Bolge), Libro del Dì e della Notte. Questi testi sono spesso riprodotti come giganteschi finti papiri sulle pareti degli ipogei della Valle dei Re, alla cui struttura forniscono uno specifico valore simbolico. Si conoscono versioni integrali e versioni abbreviate, riportate anche su sarcofagi e su papiri fin nell'età tarda. L'Amduat ha già una buona divulgazione nella XVIII dinastia, ed è probabile che la sua origine risalga al Medio Regno, dove è testimoniato l'affine Libro delle Due Vie. La versione integrale è corredata da numerose illustrazioni come il Libro dei Morti e concerne la costituzione e la topografia del regno dei morti, il comportamento e la funzione dei defunti, i colloqui fra loro e il dio Sole. Il viaggio del Sole si svolge attraverso dodici zone separate da porte, durante le dodici ore della notte. La barca solare scivola sul fiume sotterraneo in una regione popolata da strani esseri, in genere acclamanti, ma non senza incontri pericolosi. La parte più antica del libro è forse la descrizione della quarta e quinta zona, che racchiudono un cammino inaccessibile e fiammeggiante. Queste divisioni hanno il nome di “caverne”; altrimenti, quella più profonda, la sesta, è l'“abisso”, in cui il Sole si ricongiunge al suo cadavere identificandosi con Osiride. La nona scopre delle grotte sbarrate da porte, che si spalancano al richiamo del Sole e appaiono statue, riunendosi alle quali le anime sussurrano all'astro. Attraverso nuovi episodi, come l'“apoteosi per annegamento”, motivo della decima ora, si giunge alla fine del percorso: è il mattino e il Sole rinasce in un trionfo sulla morte tipicamente egiziano.

Media


Non sono presenti media correlati