Questo sito contribuisce alla audience di

Butrinto

(greco Buthrōtón; latino Buthrotum). Antica città dell'Epiro settentrionale, nella regione della Caonia, fondata secondo la leggenda da Eleno figlio di Priamo (nell'Eneide vi è descritto l'approdo di Enea). Fu oggetto di scavi archeologici dal 1927 al 1940 a opera di una missione italiana guidata prima da L. M. Ugolini e poi da P. Marconi. Imponenti sono i resti delle mura, con sette porte monumentali, di cui famosa è quella cosiddetta Scea, con allusione ai versi dell'Eneide. Di epoca ellenistica è il teatro, dedicato a Esculapio, addossato alla collina dell'acropoli, con scena a nicchioni di età romana; è stato anche ritrovato un sacello romano del dio, ricostruito su quello greco. Il famoso battistero è una costruzione circolare romana dal pavimento a mosaici policromi, al centro della quale è stata ricavata una vasca battesimale di età romana (sec. IV o V) a croce greca. Altri resti riguardano un grande ninfeo, l'acquedotto, gli edifici termali.

Media


Non sono presenti media correlati