Questo sito contribuisce alla audience di

Capàccio

comune in provincia di Salerno (50 km), 419 m s.m., 111,56 km², 20.238 ab. (capaccesi), patrono: san Vito (15 giugno).

Cittadina del basso Cilento, posta nel retroterra della piana di Paestum; è compresa nel Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano. Nel territorio sono le rovine di Paestum che, insieme ai ritrovamenti effettuati in località Gaudo, testimoniano della presenza di insediamenti umani già in età paleolitica. Verso la fine del sec. VII a. C. alla foce del Sele si insediò una colonia greca, che vi fondò la città di Poseidonia, difendendola con poderose mura; il suo santuario dedicato a Era Argiva fu rinomato in tutto il mondo greco. La città venne conquistata intorno al 400 a. C. dai Lucani, che ne mutarono il nome in Paistom. Caduta, nel 273 a. C., sotto il dominio di Roma, che vi insediò una colonia, fu chiamata Paestum e visse un lungo periodo di splendore. Nell'alto Medioevo, a causa della malaria e delle incursioni saracene, i suoi abitanti si trasferirono nell'entroterra fondando Caput Aquis, che fu distrutta da Federico II nel 1246. Dall'ulteriore migrazione nel vicino borgo di San Pietro nacque Capaccio, che fu poi feudo dei Sanseverino, dei Filomarino e dei Grimaldi. § A Capaccio sono la chiesa barocca di San Pietro Apostolo (sec. XVIII), con pregevoli altari marmorei, e palazzi nobiliari sei-settecenteschi. A Capaccio Vecchio si trovano i ruderi del castello e il santuario di Santa Maria del Granato (sec. XII, successivamente trasformato). § L'agricoltura produce carciofi, ortaggi, frutta, tabacco, foraggi e uva da vino (cilento DOC); è attivo il florovivaismo. All'allevamento (bovini e bufali da latte) è legata una vivace industria casearia (mozzarella di bufala DOP). L'industria è legata alla lavorazione del tabacco. Rilevante è il ruolo economico del turismo balneare e artistico (scavi di Paestum). § A Capaccio e a Paestum furono girate scene del film Pane e tulipani (2000) di Silvio Soldini. Paestum rappresenta uno dei maggiori siti archeologici d'Italia.