Questo sito contribuisce alla audience di

Capécchi, Renato

basso-baritono italiano (Il Cairo 1923-Milano 1998). Ha debuttato a Reggio nell'Emilia nel 1949 (Aida) e si è presto affermato in un repertorio assai vasto, comprendente anche molte opere contemporanee (prime esecuzioni di lavori di G. F. Ghedini, R. Malipiero, L. Chailly; Wozzeck, Guerra e pace, lavori di G. F. Malipiero). I maggiori successi, tuttavia, li ha colti nei ruoli di buffo del repertorio settecentesco (Il filosofo di campagna di Galuppi, Il barbiere di Siviglia di Paisiello) e di quello rossiniano (Cenerentola).