Questo sito contribuisce alla audience di

Farmakidis, Theoklitos

dotto e religioso greco (Tessaglia 1784-1860). Studiò alla Facoltà di Teologia del Fanar, ma il suo carattere libertario fu causa di contrasti con il clero locale. Nel 1811 era a Vienna come parroco nella chiesa di S. Giorgio, dopo essere passato per Jassy e Bucarest. In quel periodo cominciò a circolare la sua Crestomazia Ellenica. Insieme a Kokkinakis si occupò nel 1816 dell'edizione del periodico Loghios Hermes. Nel campo della lingua fu sostenitore delle idee di A. Korais. Dopo lo scoppio della Rivoluzione Greca (1821), Farmakidis tornò in patria e insegnò fino al 1825 all'Accademia Ionica di Corfù. Dopo la morte di G. Capodistria si trasferì ad Atene, dove insegnò teologia e letteratura. Tra le opere più importanti, ricordiamo: Su Zaccaria, figlio di Varachio (1838), Sul giuramento (1840), Apologia (1840) e un'edizione in 7 volumi del Nuovo Testamento, che corredò di un ricco apparato critico (1842-45).

Media


Non sono presenti media correlati