Questo sito contribuisce alla audience di

Fischer, Otokar

poeta e drammaturgo ceco (Kolín 1883-Praga 1938). Critico e storico della letteratura, professore universitario, insigne traduttore (Faust di Goethe; Shakespeare, Villon, Nietzsche, ecc.), dal 1935 al 1938 direttore del Teatro nazionale di prosa, Fischer fu un importante personaggio nella vita culturale ceca tra le due guerre. Le sue monografie saggistiche rivelano un'eccellente capacità d'analisi. Nella tragedia Gli schiavi (1925) tratta i problemi socio-politici in una forma tendente all'allegoria con uno spirito democratico derivante da Masaryk. I conflitti sociali, oltre a quelli personali, sono riflessi anche nella sua poesia, di indirizzo post-romantico.

Media


Non sono presenti media correlati