Questo sito contribuisce alla audience di

Folchétto di Marsìglia

trovatore e religioso provenzale (Marsiglia ca. 1160-Tolosa 1231). Figlio di un ricco mercante genovese trapiantato a Marsiglia, fu in rapporti con Alfonso II di Aragona, con Riccardo Cuor di Leone e con Alfonso VIII di Castiglia; prima del 1200 si fece monaco cistercense. Vescovo di Tolosa dal 1205, fu feroce persecutore degli eretici albigesi. Restano di lui 27 Canzoni, per buona parte amorose, di notevole perizia tecnica e sottigliezza filosofica. Dante ne intesse le lodi nel De vulgari eloquentia e lo colloca tra gli spiriti amanti del cielo di Venere, nel Paradiso (Canto IX).

Media


Non sono presenti media correlati