Questo sito contribuisce alla audience di

Giardini-Naxos

comune in provincia di Messina (50 km), 5 m s.m., 5,39 km², 9152 ab. (giardinesi), patrono: Maria Santissima Raccomandata (8 settembre).

Centro situato sulla costa ionica, tra capo Taormina e la foce del fiume Alcantara, nel cui parco regionale è compreso. Presso capo Schisò, formato da lave antichissime, i Calcidesi di Eubea fondarono Naxos (734 a. C.), la prima colonia greca in Sicilia, che fu distrutta nel 403 a. C. da Dionisio I tiranno di Siracusa. Colonia bizantina, andò incontro a una lunga decadenza in periodo medievale. Nella stessa epoca sorse, poco più a N e con funzione di porto di Taormina, un casale (Giardini), sviluppatosi a partire dal sec. XVII grazie alla presenza di alcune manifatture. Fu dal piccolo golfo di Giardini che Garibaldi salpò, nell'agosto 1860, alla volta della Calabria.Nell'abitato sorge la parrocchiale dedicata a Maria Santissima Raccomandata (sec. XVIII).§ L'economia si basa sul turismo archeologico e balneare. L'agricoltura produce limoni, uva da vino, olive e mandorle. L'industria opera nei settori alimentare e dei materiali da costruzione; è fiorente l'artigianato del ferro battuto. È di notevole importanza il ruolo della pesca.§ Sul promontorio di capo Schisò si trovano i resti dell'antica Naxos e il Museo Archeologico di Naxos.

Media


Non sono presenti media correlati