Questo sito contribuisce alla audience di

Manila

Guarda l'indice

capitale del Filippine, 1.652.171 ab. (2010), 11.953.140 ab. (2013) l'agglomerato urbano.

Generalità

Situata nell'isola di Luzon, si trova all'interno dell'omonima baia, alla foce del fiume Pasig, del quale occupa l'estesa pianura deltizia, tuttora bordata da lagune. La città si trova al centro di un'area metropolitana che rappresenta il principale polo economico, culturale e industriale del Paese. Nonostante l'alta densità abitativa, il livello dei servizi (rete idrica ed elettrica, sanità, istruzione) deve ritenersi fra i migliori del Sud-Est asiatico. Manila è sede di alcune università (fra cui la celebre Università di Santo Tomás, fondata nel 1611, e l'Università dell'Asia e del Pacifico, fondata nel 1995), con specializzazioni umanistiche, tecniche ed economiche. La città ospita inoltre importanti biblioteche (Biblioteca Nazionale delle Filippine) e musei, tra cui il Bahay Tsinoy, che custodisce alcuni diorami tridimensionali e un'ampia collezione di fotografie che mostrano il ruolo giocato dai cinesi nella crescita di Manila, e il Metropolitan Museum of Manila, dove sono esposte collezioni di ornamenti d'oro e ceramiche.

Urbanistica

L'area urbana centrale occupa 38 km2, che fino al 1975 costituivano la provincia di Manila: dopo tale data, l'unità amministrativa (la regione della Capitale Nazionale) è stata estesa a 636 km², comprendendo l'intero agglomerato metropolitano. Il distretto degli affari (intorno al quartiere di Quiapo) è ubicato lungo il tratto terminale del fiume, sorpassato da due grandi ponti, e in corrispondenza dello scalo portuale, anch'esso suddiviso in due sezioni, di cui la settentrionale destinata al cabotaggio e la meridionale al traffico internazionale. Tutt'intorno si estende una vastissima conurbazione, che include una quindicina di centri, fra cui le città di Caloocan (a N), Quezon City (a NW, che assunse ufficialmente le funzioni di capitale nel periodo 1948-76) e Pasay (a S). La struttura urbanistica – pur non mancando residue tracce dell'architettura coloniale, oltre che cinese e malese – è di tipo occidentale, a seguito della ricostruzione successiva al secondo conflitto mondiale, avvenuta su direttrici viarie ampie e rettilinee; abitati precari e degradati si trovano ancora nell'angiporto settentrionale e in alcune zone periferiche di immigrazione più recente. La crescita demografica (nel 1939 Manila contava 623.000 ab.) ha assunto ritmi impetuosi nel dopoguerra: 1.230.000 ab. nel 1960 e 5.925.000 ab. nel 1980, sempre considerando l'area metropolitana. Ciò ha determinato evidenti problemi di sovraffollamento e di congestione del traffico.

Storia

Quando nel 1521 F. Magellano conquistò le Filippine alla Spagna, Manila non era che un piccolo villaggio, ma crebbe d'importanza quando nel 1575 il governatore spagnolo Miguel López de Legaspi vi stabilì la sede del governo. Durante la guerra condotta da olandesi e inglesi contro gli spagnoli nel sec. XVIII, la città fu varie volte attaccata e per circa un anno (1762-63) fu occupata dalle forze inglesi. Cadde di nuovo in mano nemica durante la guerra ispano-americana, quando, nel 1898, sconfitti gli spagnoli, la città fu conquistata dagli americani e rimase sotto controllo militare fino al 1901 quando fu istituito un governo civile. Con la creazione del Commonwealth delle Filippine nel 1935, Manila tornò a essere capitale. Durante la seconda guerra mondiale fu dichiarata città aperta e come tale soffrì pochi danni. Tuttavia, tra l'ottobre 1944 e il febbraio 1945, i pesanti bombardamenti americani per liberare la città dalle truppe giapponesi ne causarono la quasi totale distruzione.

Economia

Il porto (che nel primo decennio del Duemila faceva registrare un movimento di merci intorno ai 15 milioni di t e di passeggeri intorno ai 2,5 milioni) assorbe gran parte dei traffici commerciali del Paese. Questi, a loro volta, alimentano intense attività finanziarie e industriali (nei settori siderurgico, meccanico, alimentare, del tabacco, della gomma e del cemento). Manila è servita dall'aeroporto internazionale Ninoy Aquino.