Questo sito contribuisce alla audience di

Palingènio Stellato, Marcèllo

pseudonimo dell'umanista italiano Pier Angelo Manzoli (Stellata, Ferrara, ca. 1500-Ferrara 1543). Medico e praticante di scienze occulte, scrisse un poema di stampo lucreziano, Zodiacus vitae, che, per il panteismo naturalistico che lo pervade, suscitò l'ammirazione di Bruno. La simpatia verso le tesi luterane e gli aspri attacchi alla corruzione del clero provocarono, nel clima della Controriforma, la condanna dell'opera all'Indice mentre le ossa di Palingenio furono dissepolte e arse.