Questo sito contribuisce alla audience di

Plàcido, Michèle

attore e regista italiano (Ascoli Satriano, Foggia, 1946). D'estrazione teatrale, s'è imposto con notevole eclettismo nel panorama cinematografico italiano degli anni Settanta, a partire da Romanzo popolare (1974) di M. Monicelli, per passare a Marcia trionfale (1976) di M. Bellocchio. Meno incisiva la sua attività cinematografica negli anni Ottanta (Tre fratelli, 1981, di F. Rosi; Mery per sempre, 1989, di M. Risi), cui fa però da contraltare lo straordinario successo televisivo nei primi quattro episodi de La piovra (1983, 1986, 1987, 1989) nel ruolo del protagonista. In seguito ha interpretato Lamerica (1994) di G. Amelio, Padre e figlio (1994) di P. Pozzessere e Liberate i pesci (2000) di C. Comencini. Al 1990 risale il suo esordio come regista con Pummarò, cui hanno fatto seguito Le amiche del cuore (1992), Un eroe borghese (1995), Del perduto amore (1998), Un altro mondo è possibile (film collettivo del 2001), Un viaggio chiamato amore (2002), Ovunque sei (2004), Romanzo criminale (2005) e Il grande sogno (2009, presentato alla Mostra del Cinema di Venezia). Nel 1998 Pacido ha esordito anche nella regia teatrale con la commedia francese Un'aria di famiglia. È stato poi protagonista dei film per la TV Tra cielo e terra-Padre Pio (2000), Il sequestro Soffiantini (2001), L'ultimo padrino (2008), incentarto sulla vita e le vicende giudiziarie di Bernardo Provenzano e Aldo Moro - Il presidente (2008), sul rapimento del presidente della Democrazia Cristiana da parte delle Brigate Rosse. Nel 2004 è apparso nel film L'odore del sangue di M. Martone, mentre nel 2002 ha interpretato l'Otello di W. Shakespeare nello spettacolo teatrale diretto da A. Calenda. Nel 2005 ha firmato la regia del Don Giovanni di Mozart, mentre nel 2006 ha recitato in Arrivederci amore, ciao e in Le rose del deserto di M. Monicelli, in La sconosciuta di G. Tornatore e in Il caimano di N. Moretti. Nel 2007 ha interpretato Piano, solo di Riccardo Milani, 2061: Un anno eccezionale di C. Vanzina e SoloMetro di Marco Cucurnia. Nel 2008 ha recitato in Il sangue dei vinti di Michele Soavi e nel 2009 in Baarìa di G. Tornatore. In seguito Placido ha recitato nei film di Giovanni Veronesi Genitori & figli - Agitare bene prima dell'uso (2010) e Manuale d'amore 3 (2011), mentre nel 2010 ha diretto Vallanzasca - Gli angeli del male, lungometraggio sulla vita di Renato Vallanzasca, nel 2012 Il cecchino e nel 2015 La scelta.