Questo sito contribuisce alla audience di

Pleščeev, Aleksej Nikolaevič

scrittore russo (Kostroma 1825-Parigi 1893). Arrestato e condannato a morte nel 1849 insieme a Dostoevskij per la sua partecipazione al gruppo rivoluzionario di Petraševskij, fu confinato nella guarnigione di Orenburg, da dove poté ritornare solo nel 1858. Dal 1872 al 1884 fu redattore della rivista Otečestvennye zapiski (Annali patri). In poesia passò da temi di accesa ispirazione sociale a motivi di più generico e pacato umanitarismo. Fu eccellente traduttore di Petöfi, Hugo, Byron, Heine e Herwegh. I suoi Racconti (1860) sono centrati sulla vita provinciale. All'influenza della sua amicizia con A. Ostrovskij si devono i drammi La coppia felice (1862) e I compagni di strada (1864).

Media


Non sono presenti media correlati