Questo sito contribuisce alla audience di

Schipa, Tito

tenore italiano (Lecce 1889-New York 1965). Dopo aver studiato con A. Gerunda ed E. Piccoli esordì nel 1910 a Vercelli ne La traviata; si esibì successivamentenei principali teatri italiani e stranieri. Necessariamente legato, per le limitazioni dei suoi mezzi vocali, a pochi lavori scelti, fu grandissimo interprete di tutto il repertorio leggero (eccelse in Don Giovanni e nel Barbiere di Siviglia). Fra le sue maggiori interpretazioni vanno ancora ricordate il Werther e la Manon di J. Massenet. Si ritirò nel 1958, dopo una serie di concerti, e si dedicò all'insegnamento. Altre interpretazioni importanti sonoLa sonnambuladiV. Bellini e le due opere di G. DonizettiElisir d'amoree Don Pasquale. Nel 1998 è stata ritrovata nell'archivio del Teatro dell'Opera di Roma una sua composizione giovanile inedita, O salutaris hostia.