Questo sito contribuisce alla audience di

Tibesti

massiccio montuoso vulcanico dell'Africa settentrionale, il più vasto e il più elevato della regione del Sahara. Si estende per ca. 100.000 km² nel settore settentrionale del Ciad, al confine con la Libia e il Niger, e culmina a 3415 m s.m. nell'Emi Koussi; altre cime elevate sono il Tarso Emissi (3376 m) e il Toussidé (3315 m). Il Tibesti è costituito da uno zoccolo cristallino precambriano (graniti, scisti, filliti), cui si sovrapposero, nell'era paleozoica, vaste formazioni orizzontali di arenarie, che conservarono nei periodi successivi la loro giacitura suborizzontale, pur subendo vaste fratture di origine tettonica; in esse si innestarono, nell'era quaternaria, imponenti effusioni laviche (basalti, trachiti, rioliti), che con le loro colate interessarono buona parte del massiccio. Il Tibesti è profondamente eroso e modellato dagli agenti esogeni: rare sono le oasi. Fu esplorato nel 1869 da G. Nachtigal.

Media


Non sono presenti media correlati