Questo sito contribuisce alla audience di

scalàre (aggettivo e sostantivo)

agg. e sm. [sec. XIX; latino scalāris, da scala, scala].

1) Agg., fatto a scala, graduato. In particolare, che si applica per gradi, specialmente riferito alle tasse e alle tariffe dei servizi pubblici, quando sono fissate con percentuali progressivamente crescenti in rapporto ai successivi livelli di reddito o di consumo.

2) Agg. e sm., grandezza fisica rappresentabile esclusivamente con un numero; sono scalari la temperatura, la pressione ecc. § Una grandezza fisica scalare può essere considerata come il risultato del prodotto scalare fra due vettoripolari oppure fra due vettori assiali; sua caratteristica è l'invarianza rispetto all'operazione di riflessione del sistema di coordinate in cui sono definiti i vettori che la originano. Prodotto scalare, o prodotto interno, di due vettori u e v è il prodotto dei loro moduli per il coseno del loro angolo, φ, cioè u×v=u∤v cos φ. Questo prodotto gode della proprietà commutativau×v=v×u e della proprietà distributiva (u+vw=u×w+v×w. Se u₁ u₂ u₃ sono le componenti del vettore u e v₁ v₂ v₃ le componenti di v rispetto agli assi x, y, z, il prodotto scalare è anche dato da u×v=u₁v₁+u₂v₂+u₃v₃. Se u e v sono ortogonali il loro prodotto scalare è nullo. Il concetto di prodottoscalare viene generalizzato in algebra lineare.

3) Agg. e sm., in economia, metodoscalare:procedimentocon cui si effettuail calcolo degli interessi sui conti correnti a forma scalare

Media


Non sono presenti media correlati