Questo sito contribuisce alla audience di

scansióne

sf. [sec. XVI; dal latino scansĭo-ōnis, da scansus, pp. di scandĕre, scandire].

1) Divisione del verso greco e latino nei loro elementi costitutivi (cioè i singoli piedi e le sillabe brevi e lunghe che li compongono). Anche la lettura metrica della poesia quantitativa classica ritmata dagli ictusdei tempi forti (arsi). Per estensione: scansione delle parole, delle sillabe, pronuncia marcata e distinta.

2) Esplorazione sistematica di un'area o di un oggetto effettuata mediante un fascio di elettroni, un raggio di luce (eventualmente laser) od onde elettromagnetiche irradiate da un'antenna (radar), a scopo di analisi (in fase di ripresa) o di ricostruzione dell'immagine (in fase di riproduzione). Nel caso, per esempio, della riproduzione televisiva delle immagini mediante un tubo a raggi catodici CRT, l'esplorazione è effettuata da un fascio di elettroni (pennello elettronico) che, partendo dallo spigolo superiore sinistro dello schermo, esplora l'immagine del tubo da ripresa (iconoscopio, orthicon, ecc.) variando la sua intensità in funzione della luminanza dei diversi punti dell'immagine. In ricezione, il segnale ricevuto modula l'intensità di un analogo fascio elettronico che, muovendosi in sincronismo con quello del tubo da ripresa, esplora lo schermo fluorescente del cinescopio consentendo la riproduzione dell'immagine trasmessa. L'esplorazione avviene dall'alto in basso (scansione di quadro) e da sinistra a destra per righe (scansione di riga), il cui numero è prefissato dallo standard di funzionamento previsto nella costruzione del televisore. Nello standard europeo le righe complessivamente tracciate sono 625, al ritmo di 50 semiquadri al secondo, pari a 25 quadri/scansione Si dice che si ha linearità di scansione quando il pennello elettronico esplora con velocità costante l'immagine televisiva: ciò consente di ottenere una corretta riproduzione delle immagini. In uno schermo radar tipo PPI (Plane Position Indicator), il pennello elettronico si sposta radialmente, dal centro dello schermo alla periferia, disegnando un raggio che ruota sincronizzato col movimento dell'antenna. Nel caso invece delle operazioni di telerilevamento della superficie terrestre, la scansione viene effettuata con radiometri a microonde (SMMR, Scanning Multichannel Microwave Radiometer) o con scanner multispettrali sistemati su satelliti artificiali.

3) In informatica, il procedimento elettronico che consente di trasferire sulla memoria di un computer, mediante uno scanner, un testo o un'immagine da un originale cartaceo o da una pellicola.