Questo sito contribuisce alla audience di

Luke Geissbuhler filma lo spazio con una videocamera e un palloncino

Sogno di molti bambini e professione di pochissimi fortunati, il viaggio nello spazio affascina tutti, grandi e piccini.

Guardare la terra da una prospettiva privilegiata e orbitare in torno al nostro pianeta deve essere un'esperienza decisamente unica e avvolgente.

Tuttavia, per guardare la terra dallo spazio non c'è bisogno di essere astronauti o di lavorare alla NASA: è soltanto necessario munirsi di ingegno, di qualche conoscenza sulla fisica e di una... telecamera!

Questi gli ingredienti dell'esperimento condotto dallo statunitense Luke Geissbuhler, newyorkese con il pallino del cosmo.

L'uomo, infatti, ha deciso di filmare il nero dello spazio che circonda il pianeta terra: per riuscire nell’impresa si è quindi adoperato nel costruire un resistente pallone sonda, alla fine del quale, ha posizionato una videocamera debitamente protetta da imbottitura e un iPhone 4 per monitorare il segnale GPS e seguire il percorso del palloncino.

La sonda ha dovuto affrontare un difficile viaggio, attraversando l’atmosfera terrestre per poi giungere nella cosiddetta stratosfera.
 
Un percorso insidioso fino a 50Km di altezza dalla crosta terrestre, in cui la vera sfida era uscire indenni dalle rigidissime temperature, fino a -60°C, e i fortissimi venti delle grandi altitudini.
 
E proprio l’altitudine nascondeva un altro problema: ma mano che si sale in altezza, infatti, diminuisce la pressione atmosferica, fattore non trascurabile quando si tratta di un palloncino.

La bassa pressione, infatti, determina una dilatazione delle pareti della sonda che, sorpassato il punto di equilibrio, scoppia.

Solo a questo punto comincia la discesa dell'apparecchio che, metro dopo metro, raggiunge velocità altissime che, in questo specifico caso, hanno raggiunto i 240 Km/h.

Ma Luke Geissbuhler è stato previdente e, infatti, ha munito la sonda di un piccolo paracadute: questo ha permesso alla telecamera di mantenersi intatta anche dopo l'impatto col suolo.

Un video, quello dell'esperimento, davvero emozionante: non capita tutti i giorni di vedere il pianeta terra da un’angolazione così inconsueta.

Il video lo trovate su Vimeo.

12/01/2011