Questo sito contribuisce alla audience di

La comprensione e il controllo delle trasformazioni chimiche

La teoria di Lewis

Secondo la teoria di Lewis, formulata dal chimico statunitense G. Lewis (1875-1946) nel 1916 ma accettata solo nel 1938, per acido si intende una specie capace di accettare una coppia di elettroni o doppietto elettronico (da una base) formando un legame dativo; per base si intende una specie capace di donare un doppietto elettronico (a un acido) formando un legame dativo. La teoria di Lewis è più generale di quella di Brønsted-Lowry.

Esempio:

L'ammoniaca, NH3, è una base di Lewis, il tricloruro di boro, BCl3 , è un acido di Lewis.

Le reazioni acido-base di Lewis non richiedono né la presenza di un solvente (teoria di Arrhenius) né la presenza del protone (teoria di Brønsted-Lowry).

Approfondimenti

Divertiti con i quiz di Sapere.it!

Su Sapere.it sono arrivati i quiz!

Tantissime domande a risposta multipla per sfidare amici e famigliari in ogni campo dello scibilie: geografia, cinema, musica, sport, scienze, arte, architettura, letteratura, storia e curiosità, queste le categorie che metteranno alla prova la tua conoscenza.

Comincia subito a giocare coi i quiz di Sapere.it!

Enciclopedia De Agostini

Dall’esperienza De Agostini, un’enciclopedia ancora più vicina alle tue esigenze.

Agile, utile, dinamica, sempre a portata di mano, per esplorare, approfondire, conoscere, ricercare, aggiornarsi: oltre 185.000 termini che soddisfano la tua voglia di conoscenza quotidiana.

Vai all'Enciclopedia